Archivi del giorno: 4 giugno 2011

Respirando la nebbia sul “COZZO DEL PELLEGRINO”

La redazione&Francesco Spingola

07-05-2011
COZZO DEL PELLEGRINO
La precedente escursione ci aveva portato fino a Cozzo dell’Orso, ma come vi ho detto nella precedente descrizione, già da quel giorno avevamo programmato un’escursione sul Cozzo del Pellegrino.
Decisa la data per il 7 Maggio, giorno in cui tutti i meteorologi (mannaggia a loro) convergevano verso l’opinione di una giornata con cieli sereni e tersi,  giornata adatta per compiere un’escursione, specie sulla grande montagna di San Donato di Ninea, che offre un panorama mozzafiato a 360 gradi, sul Massiccio del Pollino(a nord est) e sul Massiccio dell’Orsomarso, Sul Massiccio del Sirino, a nord ovest, oltre che sui Due Mari, il Tirreno(ad ovest) e lo Ionio(ad est), sulla Sila (a sud) e anche sulle Eolie e sull’Etna.
La partenza è fissata alle ore 7:00 da località Campicelli (904 metri slm), a Verbicaro.
Siamo in tre, Il cielo è stupendo, e come dicevano i meteorologi, la giornata promette bene! E noi già abbiamo l’acquolina in bocca!
Da Campicelli, è visibile il Cozzo del Pellegrino, che dista circa 11 Km e si deve colmare un dislivello di poco più di 1000 metri per raggiungerlo.
Sapevamo sin dall’inizio che sarebbe stata un’escursione durissima, ma la voglia di raggiungere la vetta superava ogni cosa.
E’ il momento della partenza e seguiamo l’evidente strada a fondo naturale che parte da Campicelli verso la montagna, e dopo un’ora di cammino giungiamo al Piano La Fratta, dove troviamo tre stupendi cavalli al pascolo; ancora altri pochi minuti di cammino e la strada ci porta al Lago del Piano la Fratta (1205 metri slm), un lago artificiale realizzato per emergenze incendiarie. Continua a leggere

Annunci