Archivi del mese: gennaio 2011

SAN DONATO CI ONORA FRA I PIU BEI PAESAGGI D’ITALIA e CALABRIA!!

Luigi Bisignani …

PARTECIPANDO A QUESTO CENSIMENTO DEI PIU BEI POSTI ITALIANI Il nostro paese  nel concorso Nazionale ,dove partecipavano 14554 foto é arrivato  al 265° posto!!
Nel  concorso regionale(Calabria)dove partecipavano 458 foto é arrivato al 23°posto!!
OTTIMO PIAZZAMENTO ,CHE CI FA DIRE CHE IL NOSTRO PAESE MERITA UN’ALTRO DESTINOun’altro avvenire!!

Dar voce alle segnalazioni dei beni più amati in Italia per assicurarne un futuro è lo scopo de “I Luoghi del Cuore”, il censimento nazionale promosso dal FAI in collaborazione con Intesa Sanpaolo, che chiede ai cittadini di indicare i luoghi che sentono particolarmente cari e importanti e che vorrebbero fossero ricordati e conservati intatti per le generazioni future. L’appello è volto alla difesa di tesori piccoli e grandi, più o meno noti, che occupano un posto speciale nella vita di chi li ha a cuore.

Il progetto ha l’obiettivo di coinvolgere concretamente tutta la popolazione, di qualsiasi età e nazionalità purché residente in Italia, e di contribuire alla sensibilizzazione sul valore del nostro patrimonio artistico, monumentale e naturalistico.

Attraverso il Censimento il FAI sollecita le Istituzioni locali e nazionali competenti affinché conoscano il vivo interesse dei cittadini nei confronti delle bellezze del Paese e mettano a disposizione le forze necessarie per salvaguardarle; ma il censimento è anche il mezzo per intervenire direttamente, laddove possibile, nel recupero di uno o più beni votati.

“I Luoghi del Cuore” offre a ognuno la possibilità di contribuire alla difesa dei luoghi amati e forse proprio per questo è stato eletto, in modo persino inaspettato, a voce intermediaria tra i comuni cittadini e le Istituzioni. Il Censimento non soltanto ha catalizzato le richieste di coloro che vivono in prima persona il territorio, ma ha addirittura stimolato la nascita di associazioni e comitati spontanei, dimostrando che “I Luoghi del Cuore” risponde a un’esigenza profondamente sentita e condivisa.

La prima edizione, lanciata nel 2003, era già stata un grande successo, ricevendo 24.200 segnalazioni, ma la partecipazione all’edizione successiva del Censimento ha avuto una crescita decisamente superiore alle aspettative: nel 2004 sono giunte ben 92.468 segnalazioni. Per poterne assicurare un’adeguata valutazione e valorizzazione e per ampliare il campo d’azione e le potenzialità in costante crescita de “I Luoghi del Cuore”, sono stati introdotti una cadenza biennale e la proposta di un tema diverso per ogni edizione. L’idea si è dimostrata efficace: il terzo censimento, dedicato nel 2006 ai Luoghi di Natura, ha ottenuto ben 120.960 voti e nel 2008, per la quarta edizione, sono pervenute 115.138 segnalazioni per chiedere di cancellare ciò che rovina i luoghi più amati.

(tratto dal sito i luoghi del cuore-foto di Orazio Sparano-inviata dal gruppo “AMICI DI SAN DONATO DI NINEA NEL MONDO”)

per sorridere un pò!!

Giovanni Benincasa ci scrive …

Leggendo qua e la si incontra quanche cavolata…

– Ciao sono Donadoni! …. per gli amici babbo Natale,
– Congiuntivite = Disturbo che comporta la difficoltà nell’utilizzo di indicativo e condizionale.
– Autoclavi = Armi automatiche preistoriche.
– Fuso orario = Quantità di lana avvolgibile attorno a un fuso in un’ora.
– Bara = Persona morta imbrogliando .
– Masterizzatori = Macchina clonatrice di bovini maschi.
– Basilica = Chiesa aromatica.
– Parcella = Femmina del maiale.
– Vermiglio = Verme lungo circa 1608 metri.
– Verdetto = Cosmetico che diversamente dal rossetto, trucca verde.
– Maialetto = animale che non dorme mai.
– Fonetica = Disciplina che regola il comportamento degli asciugacapelli.
– Spavento = Società per azioni eolica.
– Xilofono = Tipo di citofono musicale.
– Tonnellata = marmellata di tonno.
– Fantasma = Malattia dell’apparato respiratorio che colpisce chi consuma molta aranciata.
– Magma = La prima parola di un giovane vulcano.
– Latitanti = Poligoni con molte facce.
– Lanterna = Termine informatico che indica una serie di tre computer alimentati ad olio collegati in rete locale.
– Lago = Errore ortografico di una sarta non grammaticalmente acculturata.
– Lord = Signore inglese molto sporco.
– Opossum = Marsupiale americano possibilista.

La nostra Banda musicale ,riconosciuta come patrimonio culturale.

La redazione …

Il 18 gennaio nei Comuni d’Italia si sono svotlti i  Consigli Comunali Aperti per parlare di Musica Popolare :

Il giorno 18 Gennaio 2011 alle ore 17,30 nei Comuni d’Italia, dove esistono i Gruppi di Musica Popolare e Amatoriale “ Bande Musicali, Cori e Gruppi Folklorici” si sono svolti  i Consigli Comunali Aperti per parlare della Musica Popolare e Amatoriale dal 1861 ad oggi, in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia.

Durante la seduta del Consiglio Comunale, i Gruppi terranno anche un intervento Musicale e i Consigli Comunali, riconosceranno di fatto il loro Interesse Comunale, perché, promuovono una meritoria attività culturale in favore della gioventù oltre alla partecipazione garantita e continua con esecuzioni musicali, in occasione delle manifestazioni e degli avvenimenti sociali che si svolgono durante l’anno e perché, da un lato, sono intesi come espressione culturale tipica dei territori e, dall’altro lato, come bacini di aggregazione sociale e culturale che favoriscono relazioni tra diverse generazioni, sviluppano le attitudini alla conoscenza e all’esecuzione musicale, avvicinano un ampio pubblico alla fruizione della musica colta e valorizzano la ricca tradizione locale, regionale e le vocazioni presenti nel territorio Nazionale.
Questi Gruppi mantengono in vita la Nobile Arte della Musica Popolare e Amatoriale e sono stati protagonisti attivi dal Risorgimento Italiano fino ad oggi.

L’evento, che vede coinvolti moltissimi Comuni d’Italia, sarà per la Musica Popolare e Amatoriale, il giorno del riconoscimento Istituzionale.(tratto da http://www.beniculturali.it)

Con orgoglio la banda di San Donato di Ninea ne fa parte.

Da parte del giornale inviamo le congratulazioni a tutti i componenti della Banda..

Lettera a tutti gli anonimi…

Lettera aperta ricevuta da Ottato Alfonso e pubblichiamo …

A tutte le persone che rispondono anonimamente alla  lettera

« NIENTE CAMBIA E SE QUALCOSA CAMBIA CAMBIA SEMPRE IN PEGGIO »

Care persone anonime a questo punto ritengo indispensabili fare alcune precisazioni fondamentali nel rispetto dei ruoli e per il rispetto che ciascuno deve al suo prossimo. Per quanto mi riguarda credo di avere dimostrato il senso di responsabilità , onestà e affidabilità che per me significa lealtà sostanziale e non di facciata. Forse non sapete che la politica voglia persone coerenti con le loro scelte e con il loro ruolo. Quindi rispettose della loro identità.
FORSE NON LO SAPRETE MAI
che l’etica ha bisogno di modelli : di persone integre, coraggiose, ricche interiormente , capaci di coltivare un sogno , desiderose di fare bene e il bene per tutti, di pensare al futuro, di volare alto, di avere grandi idee ed immolarsi per la loro realizzazione. . .
COSA NE PENSATE CARI ANONIMI?
Io credo che la comunità ha bisogno di uomini e donne capaci, competenti, preparati e idealmente motivati, credo che voi non lo siete fino a tutt’oggi! ! !
CARI ANONIMI
Forse non sapete che quando qualcuno  “TUONA” contro i misfatti viene tacciato di disfattismo, additato, viene emarginato, osteggiato, zittito,come io lo fui a suo tempo quando ricoprivo l’incarico di vice sindaco, per  difendere anche i vostri diritti,  lo avete forse dimendicato?
CARO ANONIMO
FIRMA I TUOI SCRITTI DAMMI  RETTA , SIAMO IN DEMOCRAZIA!

Un caro saluto . . . .  .

ALFONSO OTTATO

METANIZZAZIONE DEL COMUNE DI SAN DONATO DI NINEA (CS)

Giovanni Artuso ci scrive …

“Come promesso ecco la più bella e concreta notizia per tutti i paesani residenti,sperando che altre notizie come queste arrivano”

Italgas S.p.a. concessionaria del servizio per la distribuzione del metano sul territorio comunale, informa che, a breve inizieranno i lavori di costruzione della rete gas.
Italgas avvierà la raccolta delle richieste di allacciamento da parte dei cittadini interessati, le cui abitazioni si trovano lungo il tracciato della rete.
A tale proposito, per la raccolta delle adesioni, Italgas ha incaricato l’Impresa Betoncat, impresa realizzatrice dell’opera, il cui personale – munito di tesserino di riconoscimento – visiterà l’unità immobiliari servibili dalle condutture in costruzione.
Durante il periodo di realizzazione dei lavori il contributo per l’allacciamento a carico di ciascun richiedente è pari a:
€  33,99  +  IVA  20 %

Si invitano i cittadini interessati a munirsi di fotocopia del documento di riconoscimento, del codice fiscale e della documentazione prevista dalla legge sull’antiabusivismo edilizio (dichiarazione sostitutiva di atto notorio).
Italgas ricorda che, ultimati i lavori di costruzione della rete i cittadini interessati dovranno richiedere l’attivazione della fornitura gas a una società di vendita.
Per chiunque fosse interessato rivolgersi al seguente indirizzo
e-mail: gionnyartuso@hotmail.it
telefono : 345-2144951

Riflessione sul mio paese…

La redazione…

Così, cantavano” I Ricchi e Poveri ” ad un Festival di Sanremo degli anni ’60.

Quello dell’abbandono del paese natio ” che sta sulla collina come un vecchio addormentato ” era l’unica prospettiva che avevano allora i giovani  SANDONATESI  e del Sud in genere per sfuggire alla disperazione o per cercare di dare un senso alla propria vita. Rimaneva  solo chi  poteva contare su qualche santo in paradiso o chi era disposto a vendere la propria dignità ai compari del politico influente della zona.
E’ passato mezzo secolo e tante cose sono cambiate nel mondo,
( internet, la caduta del comunismo, la scoperta del petrolio ecc. ecc.) ma per i giovani sandonatesi le cose non sembrano affatto cambiate. E’ vero non c’è più la disperazione di allora, non si parte più con la valigia di cartone o con le scatole di sapone marca scala. Le condizioni di vita sono nettamente diverse, però le prospettive sono le stesse con qualche elemento in più di preoccupazione però. Non si parte come allora in maniera indistinta. Partono soprattutto chi, potendo contare sul sostegno della famiglia, va a studiare nelle Università del centro nord. Quasi nessuno di loro poi ritorna perché risulta impossibile inserirsi nel mondo del lavoro nelle nostre zone a meno che si possa contare su santi e protettori. I nostri paesi continuano a perdere così i loro giovani più promettenti.
La maggior parte di quelli che invece rimangono possono solo vivacchiare alla” meno peggio”; non hanno la possibilità di imparare un mestiere( non ci sono più botteghe di artigiani; i corsi professionali della Regione servono solo a chi li organizza) e se hanno conseguito un diploma non sanno cosa farsene.  I più vivono in piccoli gruppi con il rischio di cadere nel giro delle droghe o di passare da forme di bullismo a quelle della delinquenza. Per fortuna, il forte controllo sociale, che c’è ancora nei nostri paesi, consente di evitare almeno per ora l’attecchimento della criminalità organizzata.
Pur vivendo da anni in una realtà diversa, mi sono sempre posto la domanda che è ovvia e banale “perché le cose da noi non possono o non devono mai cambiare?”. Continua a leggere

PER FARSI DUE RISATE!!!

Giovanni Benincasa manda e pubblico ridendo!!!

LETTERA DI UNA MADRE AL FIGLIO!!
Caro figlio,
ti scrivo queste poche righe perchè tu sappia che ti ho scritto. Se
ricevi questa lettera, vuol dire che è arrivata. Se non la ricevi fammelo sapere, così, te la rimando.  Scrivo lentamente perchè so che tu non sai leggere in fretta. Qualche tempo fa tuo padre ha letto sul
giornale che la maggior parte degli incidenti capitano entro un raggio di un chilometro dal luogo di abitazione, così abbiamo deciso di
traslocare un pò più lontano. La nuova casa è meravigliosa: c’è una
lavatrice, ma non sono sicura che funzioni. Proprio ieri c’ho messo
dentro il bucato, ho tirato l’acqua e il bucato è sparito
completamente.Il tempo qui non è troppo brutto, la settimana scorsa ha piovuto due volte: la prima volta per 3 giorni, la seconda per 4.Ti voglio anche informare che tuo padre ha un nuovo lavoro: adesso ha 500 persone sotto di se, infatti taglia l’erba nel cimitero.
A proposito della giacca che mi avevi chiesto, tuo zio Piero mi ha
detto che spedirla coi bottoni sarebbe costato molto caro (per via
del peso dei bottoni). Allora li ho staccati. Se pensi di riattaccarli,
te li ho messi tutti nella tasca interna.Tuo fratello Gianni ha fatto una grossa sciocchezza con la macchina: è sceso chiudendo di scatto la portiera e lasciando dentro le chiavi. Allora è dovuto rientrare in casa a prendere il crick per spaccare il vetro e così siamo potuti scendere dalla macchina anche noi.
Se vedi Margherita salutamela da parte mia, se non la vedi non dirle
niente.Adesso ti saluto perchè devo correre all’ospedale, tua sorella sta per partorire, ma non sappiamo ancora se avrà un bambino o una bambina,per cui non sò dirti se sarai zio o zia.Un forte abbraccio dalla tua mamma che ti vuole tanto bene.
P. S. volevo mettertti anche un pò di soldi ma avevo già chiuso la
busta.